Cittadinanza
Si racchiudono in questo capitolo i diversi modi per ottenere la cittadinanza spagnola.

 

Sono spagnoli di origine:
-  I nati da padre o madre spagnoli.
- I nati in Spagna da genitori stranieri, se almeno uno di essi è nato in Spagna (ad eccezione dei figli di funzionari diplomatici).
- I nati in Spagna da genitori stranieri, nel caso in cui i genitori non posseggono alcuna cittadinanza (apolidi), o nel caso in cui la legislazione dei Paesi di cittadinanza di entrambi i genitori non assegna al figlio la cittadinanza. In tal caso si può iniziare una pratica presso l’Ufficio dello Stato Civile corrispondente al proprio domicilio ai fini della dichiarazione della cittadinanza spagnola con valore di presunzione semplice.
- I bambini nati in Spagna dei quali non si conosce l’identità di nessuno dei due genitori. Si ritengono nati in Spagna i minori il cui primo luogo di soggiorno attestato sia in territorio spagnolo.
- Sono, inoltre, spagnoli di origine i minori di 18 anni adottati da un cittadino spagnolo. Se l’adottato ha più di 18 anni, potrà optare per la nazionalità spagnola di origine entro due anni a decorrere dalla data di formalizzazione dell’adozione.

 

Cittadinanza mediante opzione
L’opzione è un beneficio che la nostra legislazione offre agli stranieri che si trovano in determinate condizioni, affinché ottengano la cittadinanza spagnola. Hanno diritto ad ottenere la cittadinanza spagnola:

 

- Coloro i quali siano, o siano stati, soggetti alla patria potestà di un cittadino  spagnolo.
- Coloro i quali, il padre o la madre siano stati spagnoli e nati in Spagna.
- Coloro per cui si determini la filiazione (la determinazione dello status di filiazione significa stabilire chi sono i genitori di una persona) o la nascita in Spagna dopo i diciotto anni di età. In questo caso, si deve richiedere la nazionalità entro due anni dalla determinazione della filiazione o della nascita.
- Coloro i quali siano stati adottati da cittadini spagnoli dopo i diciotto anni di età. In questo caso, il diritto di opzione decade dopo due anni dall’adozione.

 

Chi può eseguire la dichiarazione di opzione
- Se l’avente diritto alla cittadinanza mediante opzione fosse minorenne o interdetto, la dichiarazione di opzione dovrà essere effettuata dal rappresentante legale del richiedente. Per realizzarla è necessaria l’autorizzazione dell’ufficiale dello Stato Civile del domicilio del rappresentante legale, previa autorizzazione del Pubblico Ministero.
- Se l’interessato è maggiore di quattordici anni, verrà effettuata dallo stesso, assistito dal suo rappresentante legale.
- Colui che è interdetto, sempre  se concesso dalla sentenza d’interdizione.
- L’interessato, se è in condizione di emancipato. Questa condizione è valida fino a quando l’interessato compie i 20 anni, tranne se per il suo caso specifico la legge prevede che l’interessato non acquisisca la maggiore età a 18 anni; in tal caso sarà valida due anni da  quando raggiunge la maggiore età.

 

Dove eseguire la dichiarazione di opzione
Per sbrigare le pratiche rivolgersi all’Ufficio dello Stato Civile del domicilio dell’interessato o del suo rappresentante, secondo dai casi.

 

Cittadinanza per residenza
Questa forma di acquisizione della cittadinanza spagnola richiede la residenza legale e continuata in Spagna - e immediatamente precedente alla richiesta - della persona per un periodo di 10 anni. Esistono casi nei quali il periodo di residenza richiesto è ridotto:
 
- Cinque anni: per coloro che sono stati riconosciuti come rifugiati.
- Due anni: per i cittadini d’origine di un Paese ibero-americano, Andorra, Filippine, Guinea Equatoriale, Portogallo o per i sefarditi.
 

- Un anno per:

- I nati in territorio spagnolo.
- Coloro che non hanno fatto valere in tempo il diritto di opzione per ottenere la cittadinanza spagnola.

- Coloro che sono stati soggetti legalmente alla tutela (sotto la vigilanza di un tutore), custodia o affidamento (l’affidamento, che permette la riduzione della residenza legale a un anno, è quello in cui sussiste la risoluzione dell’Autoritá pubblica che ha, in ogni territorio, l’incarico della protezione dei minori, nonché gli affidamenti che sono giudizialmente riconosciuti) di un cittadino o istituzione spagnola per due anni consecutivi, anche nel caso in cui si trovasse in questa situazione al momento della richiesta.
- Colui che, al momento della richiesta, risulti sposato da almeno un anno con un cittadino spagnolo e che non sia separato legalmente o di fatto.
- Il vedovo o la vedova di una spagnola o uno spagnolo, se alla morte del coniuge non vi era separazione legale o di fatto.
- I nati fuori dalla Spagna da un genitore (nato anche fuori dal territorio spagnolo), o un nonno, sempre che essi abbiano avuto la cittadinanza spagnola originaria.
Inoltre, l’interessato deve attestare una buona condotta civica e un sufficiente livello d’integrazione nella società spagnola.
 
Chi può richiedere la cittadinanza per residenza:
- L’interessato, per conto proprio, sempre che sia maggiore d’età o si trovi nella condizione di emancipato.
- Colui che è maggiore di 14 anni, assistito dal suo rappresentante legale.
- Il rappresentante legale del minore di 14 anni.
- L’interdetto per conto proprio o il rappresentante legale dell’interdetto, secondo quanto deciso dalla sentenza di interdizione.
 
Dove presentare la richiesta di cittadinanza per residenza
Si deve presentare presso l’Anagrafe (Registro Civil) del proprio domicilio.

 

Cittadinanza tramite la “Carta de Naturaleza”
Questa forma di acquisizione della cittadinanza, è a discrezione del Governo e non è soggetta alle norme generali di procedimento amministrativo; È concessa a discrezione dell’Autorità competente, tramite l’emanazione di un Decreto Reale, dopo aver valutato la sussistenza di circostanze eccezionali. 
 
Tramite comune per ottenere la cittadinanza per opzione, residenza e “carta de naturaleza”
Nel caso in cui si ottenga la cittadinanza spagnola per residenza, per “carta de naturaleza” o per opzione:

 

- il cittadino con più di 14 anni e avente la facoltà di deporre per proprio conto, avrà l’obbligo di giurare o promettere fedeltà al Re e obbedienza alla Costituzione e alle leggi.
- Si deve dichiarare che si rinuncia alla propria cittadinanza, tranne nel caso di chi abbia la nazionalità di un Paese ibero-americano, Andorra, Filippine, Guinea Equatoriale o  Portogallo.

 

Cittadinanza per “Possesso di Stato”

Ha diritto alla cittadinanza spagnola colui che ha acquisito ed usufruito di questa cittadinanza per 10 anni ininterrottamente, in buona fede ed in base ad un titolo iscritto all’Anagrafe. Non si perde la cittadinanza spagnola neanche nel caso in cui si annulli il titolo iscritto allo Stato Civile. L’interessato deve aver mantenuto un’attitudine attiva nel possesso ed utilizzo della cittadinanza spagnola, ovvero essersi comportato con la consapevolezza di essere uno spagnolo, sia nell’usufruire dei suoi diritti sia nell’adempimento dei suoi doveri verso gli organi dello Stato spagnolo.

 

- Dove presentare la richiesta.
La pratica di richiesta si dovrà consegnare ai fini del suo svolgimento presso lo Stato Civile del proprio domicilio.

 

- Perdita della cittadinanza: come si perde la cittadinanza.
I cittadini spagnoli perderanno la cittadinanza quando:
 
- Sono emancipati, risiedono all’estero e acquistano volontariamente un’altra cittadinanza. Possono evitare di perdere la cittadinanza spagnola se entro tre anni dichiarano di voler conservare la propria cittadinanza. L’acquisizione della cittadinanza di Paesi ibero-americani, Andorra, Filippine, Guinea Equatoriale o Portogallo non comporta automaticamente la perdita della cittadinanza spagnola.
- Sono diventato emancipati, risiedono all’estero e coloro i quali per tre anni abbiano usufruito esclusivamente dell’altra cittadinanza concessagli prima dell’emancipazione. Possono evitare di perdere la cittadinanza se entro tre anni dichiarano di voler conservare la cittadinanza spagnola.
- I cittadini spagnoli emancipati in possesso di un’altra cittadinanza che risiedano abitualmente all’estero e rinunciano ad essa volontariamente.
- Nel caso di cittadini spagnoli nati all’estero e che siano cittadini spagnoli perché sono nati da genitori spagnoli nati anch’essi all’estero, essi perderanno la cittadinanza spagnola se entro i tre anni dalla loro emancipazione o dalla maggiore età non dichiarano di voler conservare la cittadinanza spagnola. 

 

I cittadini spagnoli che non siano spagnoli d’origine (ad esempio coloro i quali hanno ottenuto la cittadinanza spagnola per residenza), perderanno anch’essi la cittadinanza spagnola nel caso in cui:
 
- Dopo aver acquisito la cittadinanza spagnola, utilizzano per un periodo di tre anni la cittadinanza alla quale avevano rinunciato al momento dell’acquisizione della cittadinanza spagnola.
- Entrano volontariamente al servizi delle Forze armate o rivestono cariche politiche in uno Stato straniero, contro il divieto espresso dal Governo spagnolo. 
- Una sentenza dichiari che l’interessato è incorso nei reati di falsità, occultamento o frode nell’acquisizione della cittadinanza spagnola.

 

- Riacquisto della cittadinanza: Come si riacquista la cittadinanza?
Una volta persa la cittadinanza spagnola esiste la possibilità di riacquistarla; a tal fine è necessario possedere i seguenti requisiti:
 
- L’interessato deve avere la residenza legale in Spagna. Tuttavia, questo requisito non è richiesto né agli emigranti né ai loro figli. Inoltre si potrà ottenere la deroga di questo requisito rilasciata dal Ministro di Giustizia, in circostanze eccezionali.
- L’interessato dovrà dichiarare dinanzi all’ufficiale dello Stato Civile la sua volontà di riacquistare la cittadinanza spagnola.
- Dovrà iscrivere il recupero della cittadinanza presso lo Stato Civile

 

- Quando è necessaria la previa abilitazione rilasciata dal Governo spagnolo per riacquistare la cittadinanza spagnola?
Sarà necessaria la previa abilitazione del Governo spagnolo per recuperare la cittadinanza spagnola, nel caso di spagnoli che non sono cittadini d’origine e che l’hanno persa e la cui perdita è avvenuta nei seguenti casi:

 

- quando per un periodo di tre anni utilizzano esclusivamente la cittadinanza alla quale avevano dichiarato di rinunciare per acquisire quella spagnola.
- Quando entrano volontariamente al servizio di Forze armate o rivestono cariche politiche straniere, contro il divieto espresso del Governo spagnolo.
- Quando la sentenza definitiva afferma che l’interessato è incorso nei reati di falsità, occultazione o frode con riferimento all’acquisizione della cittadinanza spagnola.

 

Twitter@EmbEspItalia

  • 16 Nov @EmbEspItalia * Nel contesto del programma "Incontri sul romanzo giallo" vi invitiamo: 🗓️ 21/11 🕡 18.00 📍 @romacervantes - Sala de… https://t.co/jIyr7rAIdM
  • 16 Nov @EmbEspItalia * Nel contesto del programma "Incontri sul romanzo giallo" vi invitiamo: 🗓️ 21/11 🕡 19.30 📍 @romacervantes - Sala de… https://t.co/T4HPv68V6o
  • 15 Nov @EmbEspItalia * https://t.co/e18GYvTGki
  • 15 Nov @EmbEspItalia * 📣🔴El CG en Milán ruega se tome nota en la página web de nuestro Ministerio de que se desaconseja a los españoles vi… https://t.co/36OL6L8iCo
  • 15 Nov @EmbEspItalia * 📣🔴El CG en Milán ruega se tome nota en la página web de nuestro Ministerio de que se desaconseja a los españoles vi… https://t.co/aWw9IEq2e1
  • 15 Nov @EmbEspItalia * RT @ConEspNapoles: Grazie a @FoqusNapoli per la riunione di oggi con @EmbEspItalia Impegno condiviso per sviluppare l'accordo fra Fond. Foq…
  • 15 Nov @EmbEspItalia * RT @EmbEspItalia: 📣🔴El CG en Milán ruega se tome nota en la página web de nuestro Ministerio de que se desaconseja a los españoles viajar a…
  • 14 Nov @EmbEspItalia * 📣🔴El CG en Milán ruega se tome nota en la página web de nuestro Ministerio de que se desaconseja a los españoles vi… https://t.co/niazXoKWpD
  • 14 Nov @EmbEspItalia * @AnaPelaez llamó a cambiar las vidas de las mujeres y las niñas con discapacidad garantizando sus derechos. Margari… https://t.co/1GFADJXFy1
  • 14 Nov @EmbEspItalia * 📣🔴El CG en Milán ruega se tome nota en la página web de nuestro Ministerio de que se desaconseja a los españoles vi… https://t.co/KaG3nVWJZ1
  • 14 Nov @EmbEspItalia * Y tú, ¿te sabes un “falso amigo” entre el español y el italiano? ¡Nos encantaría que lo compartieras!
  • 14 Nov @EmbEspItalia * ¡Volvemos con los #jueveslingüísticos! La palabra de hoy la utilizamos muchas veces para referirnos a Italia y ésta… https://t.co/8c0Pf2VDCJ
  • 14 Nov @EmbEspItalia * Nel contesto del programma "Incontri sul romanzo giallo" vi invitiamo: 🗓️ 20/11 🕡 18.30 📍 @romacervantes - Sala de… https://t.co/QhbwZFHXFh
  • 14 Nov @EmbEspItalia * Hoy en la @eudeleg_rome asistimos a la reunión anual del proyecto 🇪🇺 #Bridgingthegap de @europeaid liderado por… https://t.co/V0FzB6yZ6P
  • 13 Nov @EmbEspItalia * RT @EspanaGlobal: Ya ha llegado a España la mesa en la que el Presidente Manuel Azaña firmó su renuncia en 1939 durante su exilio en Franci…
  • Cuenta de Twitter del Ministerio en Inglés
  • Blog del Ministerio
  • ATLAS
  • Página de Participación Ciudadana
  • Página Portal de Transparencia
  • MAEUEC / Sede Palacio de Santa Cruz
    Plaza de la Provincia, 1
    28012 MADRID
    Tfno: 91 379 97 00
  • MAEUEC / Sede Palacio de Viana
    Duque de Rivas, 1
    28071 MADRID
    Tfno: 91 379 97 00
  • MAEUEC / Sede Torres Ágora
    Serrano Galvache, 26
    28033 MADRID
    Tfno: 91 379 97 00
  • AECID
    Avda. Reyes Católicos, 4
    28040 MADRID
    Tfno: 91 583 81 00 / 01
    Fax: 91 583 83 10 / 11
  • Dirección General de Españoles en el Exterior y de Asuntos Consulares
    C/ Pechuán, 1
    28002 MADRID
    Tfno: 91 379 17 00
Gobierno de España
©Ministerio de Asuntos Exteriores, Unión Europea y Cooperación
Portal gestionado por la Dirección General de Comunicación e Información Diplomática
Premio Ciudadanía 2016
Premio Ciudadanía 2016